Loading...

NOTE LEGALI

dati fatt. el. + codice etico
DATI FATTURAZIONE ELETTRONICA:
Ragione sociale: Mastropasqua Michele
Codice fiscale: MSTMHL83E20C983G 
P.Iva: 07083570726
Codice destinatario (sdi): 6JXPS2J
Pec: michele.mastropasqua83@pec.it 
 
Il BLOG, è basato sui seguenti principi e valori, che riteniamo fondamentali e imprescindibili:
 
1. Indipendenza
Operiamo in maniera del tutto indipendente da committenze, linee editoriali o influenze esterne di qualsiasi tipo. Esprimiamo le nostre opinioni in maniera libera e incondizionata. Anche quando coinvolti in progetti di collaborazione con Enti-Agenzie o realtà simili, ci impegniamo a descrivere luoghi, esperienze e opinioni senza condizionamenti ma secondo le nostre impressioni personali. Scegliamo spontaneamente se aderire o meno a progetti nel rispetto della nostra etica personale. 
 
2. Responsabilità
Nei più ampi termini di legge VAG declina ogni responsabilità esplicita o implicita, incluso, ma non limitato, la continuità del servizio, la presenza di errori, la correzione degli errori, la responsabilità del server ospitante, il sito sull'eventuale presenza di virus o altri componenti informatici nocivi e dannosi. VAG non è responsabile dell'uso che terzi possano fare delle informazioni contenute nel sito, nè della loro correttezza e affidabilità. In nessun caso, inclusa la negligenza, VAG sarà responsabile di ogni diretto o indiretto danno che possa risultare dall'uso, o dalla incapacità di usare, i materiali presenti nel sito. Tutti i marchi citati e i loghi riprodotti in www.viaggiamagusta.com appartengono ai legittimi proprietari. Detti marchi, come quelli presenti nella sezione "Partner" sono citati solo perchè collaborano con noi e condividono i nostri contenuti. VAG declina ogni responsabilità per i contenuti di eventuali siti raggiungibili attraverso collegamenti (link) presenti all'interno del proprio sito. Essi sono inseriti al solo scopo di fornire un servizio più completo in termini di informazione. Il loro utilizzo è effettuato d'iniziativa propria del singolo visitatore. Qualunque gestore di sito non desideri che vengano inseriti link verso il proprio website e' pregato di avvertire VAG tramite l'apposito modulo nella sezione contatti. 
 
3. Rispetto
Nutriamo rispetto per gli operatori che collaborano con Noi (giornalisti, blogger, chef, medici, biologi, semplici privati, enti, aziende, operatori della ristorazione e operatori turistici, agenzie di promozione ecc.) che incontriamo e che svolgono il proprio lavoro in maniera professionale e seria. Come Blog condividiamo e contribuiamo a diffondere pratiche responsabili che rispettino le culture e le economie locali. Valorizziamo esperienze di viaggio a basso impatto ambientale, incentivando l’utilizzo di trasporti ecologici e soluzioni ecocompatibili. 
 
4. Onestà - Riservatezza dei dati
I contenuti dei nostri post o articoli sono frutto della nostra personale esperienza. Siamo aperti alla condivisione e alla citazione di contributi di valore da parte di altri giornalisti/blogger/utenti ma se scriviamo utilizzando altre fonti, ci impegniamo a esplicitarlo sempre chiedendo le dovute autorizzazioni e dichiarando sempre la fonte. Anche ai sensi del decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196, VAG informa che ogni attenzione è posta per tutelare la riservatezza e la privacy dei visitatori del suo sito internet. Ciò nonostante, si informa che possono essere automaticamente acquisite, in specifiche parti del sito, informazioni sul numero di visitatori e statistiche connesse. Gli indirizzi e-mail e altri dati personali saranno raccolti solo ed esclusivamente se intenzionalmente indicati dal visitatore stesso e in tal caso nessun uso ne verrà fatto al di fuori di quello specifico per il quale sono stati indicati.
 
5. Accuratezza - Documenti e materiali inviati al sito
Ci impegniamo ad essere accurati nel fornire le informazioni relative a fatti, luoghi, persone o dati, verificandole prima di pubblicarle e correggendole in caso di errore. Ci impegniamo altresì ad attribuire in maniera propria frasi, fatti o citazioni. Riteniamo nostro dovere scrivere post di qualità, con contenuti utili e aggiornati. Al fine di evitare ogni possibile futura incomprensione e/o contestazione, VAG specifica che ogni materiale eventualmente sottoposto, inviato o trasmesso attraverso il sito, qualora non espressamente richiesto, è utilizzabile per ogni possibile impiego a discrezione di VAG.
 
6. Paternità dei file - grafici e fotografici
Perché i file sorgente non vengono mai ceduti? Capita a tutti i designer, fotografi ecc, prima o poi, che il cliente chieda che gli vengano ceduti i “file sorgente”. Con file sorgente, si intende il file originale da cui è nata la realizzazione di un progetto: sono file sorgenti, quindi, i file di InDesign per un catalogo o i .psd a livelli di Photoshop, gli .ai per un file di Illustrator, i .raw per i nostri scatti fotografici. Non lo sono i .pdf pronti per la stampa che forniamo al cliente alla fine del lavoro.

Molto spesso, il cliente non li chiede per archiviarli oppure mostrarli al tipografo: gli servono per metterci le mani, modificare, cambiare, aggiornare. Ed evidentemente, non vuole farlo fare a noi.

La mia risposta in questi casi è sempre la medesima: non fornisco MAI i file sorgente. Punto.

I file sorgente contengono gran parte del know-how e del modo di lavorare del professionista. Nel file sorgente c’è la tua tecnica, c’è il tuo stile, il tuo metodo di lavoro: non è giusto darlo in mano a qualcun altro a meno che non sia stato deciso un compenso speciale o qualche motivazione ben precisa. Know-how che può essere facilmente assimilato e replicato da altri senza il consenso dell’autore e senza il giusto ritorno economico che dovrebbe derivarne. Quando un cliente commissiona un lavoro, il materiale richiesto corrisponde al risultato finale (per esempio, un esecutivo di stampa pdf) e non al sorgente. Quindi il file sorgente non deve essere consegnato se non esplicitamente previsto dal contratto.

È bene ricordare che i sorgenti, sia perché contengono il nostro know-how sia per i diritti economici perduti con la cessione, possono essere eventualmente quantificati e di fatto acquistati dal cliente, separatamente al file definitivo già consegnato. C’è chi quantifica il costo (l’ho trovato in rete, beninteso, non è certo la legge) del sorgente in 10 volte tanto il costo della progettazione: se chiedo 1000 euro per realizzare una brochure, il file sorgente in InDesign ne costerà 10.000. Discutibile, ma serve per darvi un’idea.

I file sorgente sono di fatto coperti da diritto di paternità (Legge 633 del 22 Aprile 1941, e successive integrazioni, tra cui le due normative europee 96/9 e 91/250), anche in considerazione del fatto che i software di gestione dei suddetti file e dei relativi font utilizzati sono di proprietà del creativo stesso. Il designer in questo senso è tenuto alla sola consegna dei file esecutivi di stampa in formato pdf ad alta risoluzione realizzati in collaborazione con il cliente e da lui approvati, come prodotto finito e pronto per la stampa; la parte di ideazione, il processo di realizzazione, i singoli elementi della composizione e gli strumenti software utilizzati per assemblare il lavoro non sono in alcun modo cedibili.

"È bene ricordare che i sorgenti – sia perché contengono la nostra creatività e il nostro modo di costruire un lavoro, sia per i diritti economici perduti con la cessione – possono essere eventualmente quantificati e di fatto acquistati dal cliente, separatamente dal file esecutivo già consegnato.”

Peraltro, le stesse leggi citate tutelano la firma dell’autore su un’opera, che non può essere soppressa senza l’approvazione dell’autore. Restano quindi riservati all’autore i diritti per eventuali utilizzazioni dell’originale diverse da quelle commissionate. In questo senso, anche ammettendo l’eventuale fornitura dei file sorgente, il cliente non sarebbe comunque autorizzato ad elaborarlo, modificarlo o aggiornarlo senza il nostro consenso.

E quindi cosa consegno al cliente?
Mi sembra ovvio a questo punto: bisogna consegnare il lavoro finito, pronto per essere utilizzato. Se ad esempio si tratta di un logo dobbiamo consegnare il vettoriale con tutto lo studio del logo e modalità d’uso, se si tratta di un catalogo consegneremo un pdf esportato per la stampa, se si tratta di un immagine post prodotta non manderemo di certo il psd con tutti i nostri livelli, le nostre maschere, i nostri trucchi del mestiere.
Certo: in alcuni casi anche i file .pdf sono modificabili ma non è così facile come avere in mano il sorgente: avremo i font in tracciati, le immagini incorporate, le varie password di protezione e via dicendo.

Se mi permettete il paragone: sarebbe come pretendere che, pagando il conto al ristorante, il cuoco sia tenuto a fornirci pentole, padelle, ingredienti e finanche la ricetta utilizzata per la realizzazione del piatto che abbiamo mangiato. È questione, insomma, di deontologia personale: sappiate che, comportandovi così, con ogni probabilità perderete un cliente (ma se vi chiede i sorgente, chissà, evidentemente ha già qualcun altro a cui rivolgersi) ma ne guadagnerete in rispetto, onore e correttezza professionale.

Nessun artigiano consegna le proprie tecniche ai clienti ma si limita a dare il proprio servizio di qualità. E lo stesso vale per noi!
La creatività non è in vendita.



Partner