Loading...

BANDIERE BLU 2018: la Puglia c'è

Sono 368 le spiagge più belle d’Italia, 26 in più rispetto allo scorso anno.
 
A guidare la classifica anche quest’anno troviamo la Liguria con 27 località, seguono: Toscana con 19 località, Campania che raggiunge 18 Bandiere con tre nuovi ingressi e con 16 località le Marche che perdono una Bandiera. La Puglia conquista tre nuove località e raggiunge 14 Bandiere e la Sardegna è presente con 13 località con due nuovi ingressi. L’Abruzzo va a quota 9 con l’ingresso di un lago ed anche la Calabria a 9 con due nuovi ingressi. Il Veneto conferma le 8 Bandiere ed anche il Lazio 8, con un comune uscito ed una nuova entrata rappresentata da un lago; l’Emilia Romagna aggiunge una Bandiera andando a 7 e la Sicilia ne perde una andando a 6. La Basilicata va a 4 con due nuovi ingressi ed il Friuli Venezia Giulia conferma le 2 Bandiere dell’anno precedente. Il Molise scende a 1 Bandiera, una in meno dell’anno scorso. Quest’anno vengono incrementate le Bandiere sui laghi con 16 località.
 
IN PUGLIA
Esaminando i dati provincia per provincia, il Salento al primo posto con quattro litorali premiati: Melendugno (dov'è fissato l'approdo del discusso gasdotto Tap), Otranto, Castro e Salve. Poi ci sono Brindisi (Fasano, Carovigno e Ostuni), Foggia (Peschici, Rodi Garganico e Zapponeta) e Taranto (Ginosa e Castellaneta). Fanalino di coda restano le province di Bat – con la sola area di Margherita di Savoia – e Bari, che mantiene la bandiera blu nell’area di Polignano a Mare.
 
La Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale, istituito nel 1987 Anno europeo dell’Ambiente, che viene assegnato ogni anno in 49 paesi, inizialmente solo europei, più recentemente anche extra-europei, con il supporto e la partecipazione delle due agenzie dell'ONU: UNEP (Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente) e UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo) con cui la FEE ha sottoscritto un Protocollo di partnership globale e riconosciuta dall’UNESCO come leader mondiale per l’educazione ambientale e l’educazione allo sviluppo sostenibile. Bandiera Blu è un eco-label volontario assegnato alle località turistiche balneari che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio. Obiettivo principale di questo programma è quello di indirizzare la politica di gestione locale di numerose località rivierasche, verso un processo di sostenibilità ambientale.
 
I risultati del rapporto mostrano come la qualità dei litorali pugliesi sia in continua crescita. Risultato che può avere un effetto tangibile anche sul turismo. Fra i criteri presi in esame per l'assegnazione della Bandiera blu ci sono anche l’efficienza della depurazione delle acque reflue e della rete fognaria, la raccolta differenziata e la corretta gestione dei rifiuti pericolosi, la presenza di vaste aree pedonali, piste ciclabili, arredo urbano curato, aree verdi, oltre ai servizi delle spiagge, che comprendono il personale per il salvataggio e l’accessibilità per i disabili.