Loading...

Beat Onto Jazz Festival 2018: il programma

BEAT ONTO JAZZ FESTIVAL 2018 XVIII EDIZIONE - BITONTO - P.zza Cattedrale
1 - 4 agosto 2018
Ingresso Libero
 
1 agosto
I SET
Daniela Spalletta feat. Urban Fabula
Daniela Spalletta, voce
Seby Burgio, pianoforte
Alberto Fidone, contrabbasso
Peppe Tringali, batteria
 
II SET
Carmen Souza Trio “Creology”
Carmen Souza, voce, pianoforte, chitarra
Theo Pascal, contrabbasso, basso elettrico
Elias Kacomanolis, batteria e percussioni
 
2 agosto
I SET
Chansons! Zeppetella-Laurent-Bex-Ariano
Fabio Zeppetella, chitarra
Gerladine Laurent, sassofoni
Emmanuel Bex, organo e voce
Amedeo Ariano, batteria
 
II SET
Pedrito Martinez Group
Pedrito Martinez, voce solista e percussioni
Jhair Sala, percussioni e voce
Sebastian Natal, basso e voce
Jassac Delgado Jr., tastiere e voce
 
3 agosto
I SET
Fratello Joseph Family Affair
Giuseppe Bassi, contrabbasso
Roberto Ottaviano, sassofoni
Yu Ying Hsu, pianoforte
Tina Raymond, batteria
 
II SET
Il Duca e il Bardo: Orchestra del Conservatorio Niccolò Piccinni di Bari in collaborazione con gli attori di VoxMedia
Vito Andrea Morra, direzione d’orchestra
Ciccio Gaudimundo, testi e regia
Recitazione: Alessia Sicolo; Stefania Rutigliano; Francesco Ricci
Domenico Schiraldi.
 
4 agosto
I SET
Stan Sulzmann Italian Quartet
Stan Sulzmann, sassofoni
Massimo Colombo, pianoforte
Maurizio Quintavalle, contrabbasso
Enzo Zirilli, batteria.
 
II SET
Yellowjackets
Russell Ferrante, pianoforte
Bob Mintzer, sassofoni
Dane Anderson, basso
Will Kennedy, batteria.
 
Diciottesima edizione per il Beat Onto Jazz Festival, appuntamento sempre più atteso dai jazzofili italiani e non. Il festival, sempre con la direzione artistica di Emanuele Dimundo, come da manuale si terrà dall’1 al 4 agosto a Bitonto in piazza Cattedrale, con la consueta formula del doppio set (inizio concerti ore 21). Anche per questa edizione l’associazione InJazz è riuscita a mantenere l’assoluta gratuita per tutti gli eventi. Otto concerti sotto il tema “Le vie del jazz”, che mirano a declinare l’ampio vocabolario dell’idioma jazzistico. Dal jazz-blues capoverdiano di Carmen Souza al modern mainstream di Daniela Spalletta con gli Urban Fabula e quello di matrice europea del sassofonista inglese Stan Sulzmann, nonché alle contaminazioni euro-asiatico-americane dell’ensemble Family Affair, alle inflessioni cubane di Pedrito Martinez e le canzoni d’autore rivisitate dal quartetto italo-francese di Zeppetella-Laurent-Bex-Ariano, fino alla fusione tra jazz e teatro, che fu patrimonio di Duke Ellington, con Such Sweet Thunder dell’orchestra del conservatorio Piccinni di Bari in collaborazione con VoxMedia e alla fusion dei leggendari Yellowjackets. 
 
Organizzazione: associazione InJazz. Direzione artistica: Emanuele Dimundo
Tutti i concerti saranno introdotti da Alceste Ayroldi, saggista, docente e critico musicale (Musica Jazz, editor manager Jazzitalia, editor Musica Jazz web).