Loading...

TORNA AL COMUNALE DI CORATO "C’ERA UNA VOLTA MIMI’" sabato 16 marzo

DOPO IL GRANDE SUCCESSO OTTENUTO IN MOLTISSIMI TEATRI ITALIANI TORNA ‘C’ERA UNA VOLTA MIMI’ DI E CON DOMENICO SANTARELLA.
Sabato 16 Marzo al Teatro Comunale di Corato torna lo spettacolo teatrale “C’era una volta Mimì” di Domenico Santarella dedicato a Domenico Modugno, dopo il sold out dello scorso anno.

Domenico Santarella (diplomato presso l’Accademia Teatrale Cassiopea di Roma) pugliese originario di Corato, accompagnato dalla coreografa e danzatrice Cora Gasparotti (diplomata in danza classica, studente dell’Accademia Nazionale di Danza - Roma oltre che attrice per Disney Channel ), e il chitarrista coratino Miky Zucaro, ripercorreranno attraverso il canto, la musica, la danza e i racconti, la vita di uno dei padri del cantautorato italiano che ha fatto la storia della musica italiana diffondendola in tutto il mondo. 

Due vite cronologicamente diverse ma in realtà molto simili quelle dei due Mimì, entrambi pugliesi ed entrambi alla ricerca di un posto nel mondo della musica e dello spettacolo. In questo viaggio di vite parallele il pubblico viene coinvolto in un percorso musicale, ma anche in un percorso storico e della memoria. 

Si parte dalle prime canzoni di Domenico Modugno in dialetto salentino e siciliano ispirate alla sua amata e mai dimenticata Puglia, che parlano del mare, del sole, di pescatori, di minatori, di cicorie, di tamburelli, di gatti neri, di grilli innamorati, di svegliette, di donne dai capelli ricci, di pesci spada, per poi passare alle canzoni in napoletano divenute parte della quotidianità di tutti i tempi come “Tu si na cosa grande”, “Resta cu me”, “Io mammeta e tu”, “O ccafè”, ‘’Lazzarella’’, ai grandi successi in italiano, “Vecchio Frack”, “Meraviglioso”, “Piove”, “La lontananza”, ”Nel blu dipinto di Blu”.

Il nome dello spettacolo non è casuale, e questa rappresentazione mette in luce le grandi doti artistiche ed emotive del giovane attore che ci spiega: « ll nome dello spettacolo ha un significato profondo per me, tutte le storie hanno inizio con “c’era una volta” ed il racconto della sua storia è molto simile alla mia, la storia di un ragazzo che nasce in Puglia ed ha un grande sogno, quello di diventare un artista di successo» e prosegue spiegando la scelta dell’interpretare proprio il grande Modugno: « La scelta del grande Mimì è stata influenzata anche dalla somiglianza caratteriale che aveva con mio nonno Domenico, conosciuto in Paese come “Mimì”. E’ stato lui a trasmettermi questa passione, dato che era il suo idolo e da piccolo mi raccontava le sue storie e mi canticchiava le sue canzoni». Anche questa serata si preannuncia come un grande evento e ricordiamo che è ancora possibile acquistare i pochi biglietti rimasti (a soli 10 euro) per lo spettacolo di Sabato 16 Marzo, alle ore 21, presso il Teatro Comunale di Corato. 

Biglietti presso il botteghino del Teatro Comunale di Corato (Piazza Marconi - 080.9592281)