Loading...

Una cantina pugliese nella Top 100 2019 di Wine Enthusiast

E' Rivera l'unica cantina pugliese nella Top 100 2019 di Wine Enthusiast
Il "Cappellaccio" Castel del Monte Aglianico Riserva DOC 2013 al n°65 della prestigiosa classifica della rivista americana.  
 
Siamo orgogliosi ed emozionati nel comunicare che il nostro vino Cappellaccio Castel del Monte Aglianico Riserva DOC 2013, unico vino pugliese tra i 17 vini italiani premiati, è stato inserito al n°65, come Editor’s Choice, della prestigiosa lista dei migliori 100 vini del 2019 della rivista americana Wine Enthusiast che ogni anno a fine novembre pubblica la prestigiosa classifica!

Questo splendido risultato premia il grande lavoro in vigna e in cantina del nostro gruppo tecnico guidato da Marco Bernabei and Angelo Mauriello e la passione che condividono con la famiglia de Corato per il vitigno Aglianico, seconda solo a quella per il Nero di Troia.

“Coltivato sulle colline calcaree della denominazione Castel del Monte, è un elegante Aglianico che mostra un bouquet intenso di pepe rosa macinato, violette appassite, ibisco e tabacco. Il palato di media concentrazione è spinto da una freschezza persistente e una vena minerale che sono il sottofondo degli aromi di bacche rosse, spezie e sottobosco. C’è una grande intensità in questo vino che andrà svelata, inclusi i suoi importanti tannini.”
92/100 N° 65 Editor’s Choice + Wine Enthusiast Magazine – November 2019

Prodotto a partire dall’annata 1996, il Cappellaccio esprime tutto il potenziale di eleganza e complessità dell’Aglianico la grande varietà autoctona del cuore del Sud Italia, ambientata sulle colline calcaree della zona DOC Castel del Monte. Prende il suo nome dalla crosta calcarea a 30-40 cm di profondità che è necessario rompere per poter piantare i vigneti. La sua importante struttura è ingentilita dall’affinamento in rovere francese per 12 mesi e bilanciata dalla fresca acidità tipica della varietà. Dal bouquet fine, armonico e complesso lo rendono adatto ad accompagnare piatti saporiti a base di carne e formaggi stagionati.

La famiglia de Corato ha forti radici nella terra di Puglia. Qui, nelle tenute Rivera in agro di Andria, Sebastiano fondò alla fine degli anni ’40 le omonime cantine con il preciso intento di valorizzare e diffondere nel mondo l’enorme potenziale qualitativo della vitivinicoltura della zona circostante il Castel del Monte. Il successo non si fece attendere e la Rivera divenne ben presto il principale punto di riferimento dell’enologia pugliese e l’autentico motore della sua rinascita, grazie anche alle innovazioni apportate in vigna e cantina dal figlio Carlo. Con il recente ingresso in Azienda di Sebastiano e Marco, figli di Carlo e nipoti del fondatore, la Rivera prosegue con orgoglio e rinnovato impegno nella produzione di vini che esprimono il carattere intenso ed elegante di questo territorio e dei suoi vitigni.

Negli 75 ettari di vigneti di proprietà, localizzati in parte su terreni calcareo-tufacei a 160-180 metri s.l.m e in parte sui terreni rocciosi della Murgia a 320-350 metri s.l.m., sono coltivate varietà autoctone quali il Bombino Nero, il Nero di Troia, il Montepulciano e l’Aglianico, ma anche varietà internazionali come lo Chardonnay e il Sauvignon, interpretate con uno stile enologico moderno e preciso che punta a valorizzare il territorio e i caratteri varietali coniugando tipicità ed eleganza.