Loading...

XYLELLA: CONFAGRICOLTURA, ACCELERARE I TEMPI

XYLELLA: CONFAGRICOLTURA, ACCELERARE I TEMPI DI ATTUAZIONE DEL PIANO STRAORDINARIO PER LA RIGENERAZIONE OLIVICOLA DELLA PUGLIA

“Se vogliamo cogliere l’opportunità di risanare e rilanciare l’economia pugliese legata alla coltura dell’olivo, le risorse dovrebbero essere assegnate in via esclusiva alle imprese agricole”.
E’ questo l’auspicio di Confagricoltura alla luce della presentazione della bozza di decreto riguardante il Piano straordinario per la rigenerazione olivicola della Puglia, che contiene le indicazioni relative alla ripartizione 2020-2021 delle risorse stanziate per far fronte all’emergenza Xylella in Salento.

Le misure del Mipaaf, in accordo con il ministero per lo Sviluppo economico e il ministero per il Sud, prevedono 210 milioni di euro, su 300 milioni, per il ripristino della potenzialità produttiva, di cui 115 per interventi compensativi per aziende agricole e frantoi e 40 milioni per reimpianti e riconversioni con varietà di olivo resistenti. Oltre a 20 milioni di euro per la ricerca.

“Condividiamo l’approccio del ministro Bellanova - sottolinea il presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti - che ha deciso di orientare la sua proposta su indennizzi, investimenti e ricerca, fondamentale nel processo di innovazione delle imprese agricole che vogliono competere sui mercati internazionali”.

Ad avviso di Confagricoltura, una valutazione più approfondita va fatta sulla ripartizione delle risorse che dovrebbe favorire prevalentemente il sostegno al reddito delle aziende agricole danneggiate e interventi compensativi per i frantoi, per i quali andrebbe rivista la procedura di calcolo del contributo concesso, ampliando il periodo di riferimento e compensando integralmente i mancati ricavi.

“Condividiamo il fatto che si favorisca la più ampia libertà di scelta dell’imprenditore sul tipo di investimenti che potrebbero essere rivolti non necessariamente a reimpianti di altri oliveti, secondo quanto prevede la Regione Puglia – rimarca il presidente di Confagricoltura regionale, Luca Lazzàro - In ogni caso il plafond finanziario per i reimpianti e le riconversioni dovrebbero tenere conto della dotazione disponibile nel Programma di Sviluppo Rurale della Puglia”.

Il ministro ha assicurato tempi celeri per la presentazione del testo in conferenza Stato-Regioni. “L’attuazione del Piano – conclude il presidente della Federazione di Prodotto di Confagricoltura, Pantaleo Greco - è quanto mai urgente. Auspichiamo pertanto che la gestione venga affidata a un soggetto unico appositamente dedicato per accelerare i tempi”.