Loading...

Spaghettoni con ricci di mare, cozze, bottarga, lime e aria di mandorle

Diamo un occhio alle nostre prelibate ricette

Perdete la testa e date retta ai sensi. cit. Fritz Perls 

Sviluppo: Questo piatto serve a risvegliare con una decisa vibrazione emozionale di immediata eccitazione e allegria.  Raccoglie in se due elementi essenziali della nostra vita, la felicità e l'eccitazione. Le endorfine rilasciano piacere alla massima potenza con pasta e mandorle, mentre i diversi pesci sono in grado di sviluppare l'epinefrina, sostanza essenziale per l'eccitazione e il risveglio. Il lime, inoltre, aiuta a legare ed equilibrare queste due sostanze. Ogni boccone potrebbe essere un risveglio di piacere altamente eccitante. Mangiare con discrezione se consumato a lume di candela! 
Reazione: Endorfine ed epinefrina 

INGREDIENTI
- 70gr. di spaghettoni 
- 4 ricci di mare 
- 12 cozze 
- 1 cucchiaio di bottarga a scaglie 
- 1 lime 
- 1 cucchiaio di mandorle pelate 
- 1 cucchiaino di lecitina di soia1 spicchio d'aglio 
- 1 sale 
- 1 olio evo 
- fiori eduli 

PROCEDIMENTO 
1. Pulire e aprire le cozze in un pentolino. Sgusciare e porle nell'acqua di cottura filtrata. 

2. Aprire i ricci di mare ed estrarre la loro polpa, riporre in frigo. 

3. Tostare le mandorle in padella, raffreddare e frullare con un mixer e se necessita aggiungere un goccio d'acqua. Filtrare bene, aggiungere la lecitina di soia nell'acqua e frullare per qualche minuto. Si formerà in superficie della spuma. Far riposare a temperatura ambiente. 

4. In acqua bollente cuocere gli spaghettoni, nel frattempo porre una padella sul fuoco con olio e l'aglio in camicia. Far rosolare e aggiungere l'acqua delle cozze con le stesse. 

5. Scolare gli spaghettoni e a metà cottura circa unirli alla salsa. Amalgamare il tutto per bene fino a cottura, se necessita aggiungere acqua. 

6. Spegnere il fuoco e servire adagiando gli spaghetti sul piatto, aggiungere i ricci di mare, se preferite potete saltarli sul finale in padella, aggiungere la bottarga, una grattugiata di lime e chiudere con l'aria delle mandorle e fiori eduli. 

Ricetta a cura di: Chef PALMIRO CARLINI (neurogastronomo)